Storia e cibo sul massiccio del Grappa

Una escursione che ci porterà alla malga Piz sull’omonimo monte, attraverso le trincee della Grande Guerra.

Lasciamo l’auto al grande parcheggio di fronte al monumento commemorativo ai martiri della Prima Guerra Mondiale.

Attività fisica e buon cibo: quale migliore connubio per una perfetta giornata in montagna!

 

Il panorama è già incantevole da qui.

Noi procediamo verso ovest sulla dorsale che si dirige verso malga Doc, sempre aperta. Dopo qualche minuto vediamo sulla destra una strada sterrata che seguiamo inoltrandoci sopra la valle di Alano del Grappa. Da qui posso lasciare Sila libera, sempre prestando attenzione agli altri escursionisti. La strada segue in falso piano il fianco della montagna e in poco tempo ci ritroviamo al di là della valle, vedendo in lontananza il punto di partenza.

Eccoci arrivati a malga Fossa.

Il luogo è suggestivo e per lo più deserto. Ora continuiamo per la traccia che sale ripida sul prato dietro all’edificio. Sila adora questo luogo, una verde distesa dove poter correre liberamente senza sentirsi richiamare appena si allontana di un pò.

Passiamo vicino ad un’altra abitazione e il sentiero ora si stringe entrando nel bosco. In circa dieci minuti sbuchiamo nei pascoli di malga Barbeghera, che ci aspetta in alto di fronte a noi.

Dalla malga si raggiunge facilmente il monte Palon, ma noi ci passeremo al ritorno. Invece continuiamo sempre dritti oltrepassando la malga e percorrendo la traccia sul crinale si giunge a malga Piz. Qui possiamo gustare ottimi prodotti tipici e anche acquistare i loro prodotti lattiero-caseari. Avete già letto la nostra intervista ai gestori di malga Piz? Non perdetevela: Malga Piz – formaggio e non solo sul Monte Grappa

Il ritorno avviene lungo il percorso della Memoria.

Seguendo il CAI 212 si scende verso Monte Palon e si possono visitare le trincee e i ricoveri della guerra, curati dal Gruppo Alpini di Possagno. E’ possibile prenotare visite guidate al precedente link e consiglio di portare una pila per godere al meglio del percorso. La discesa è piacevole, Sila adora entrare nelle grotte buie ma ovviamente qui la tengo legata per sicurezza. Passiamo per Castel Cesil e dopo un’ultima discesa ci riportiamo sulla dorsale del Monte Tomba fino alla macchina.

Buona montagna e, ci vediamo in sentiero!

Informazioni utili

  • Partenza/Parcheggio: Parcheggio sul Monte Tomba, 32031 Alano di Piave BL 
  • Cartina: CAI 480 – 212
  • Percorso: 12 K M A/R – 700 mt dsl +
  • Difficoltà: E – nessuna difficoltà tecnica. Sentiero ben segnalato e tracce evidenti.
  • Periodo: tutto l’anno. Possibile neve in inverno da verificare.
  • Punti di ristoro/bivacchi: Malga Piz e tutte le malghe della zona.
  • Cane: adatto. Sentiero non molto frequentato se non nei luoghi di interesse storico e lungo le trincee.
  • Acqua: sono presenti solo punti d’acqua presso le malghe.
  • Attrezzature: abbigliamento e calzatura da montagna.